Proteggi i tuoi figli da questo inganno!

mangiare consapevoli

L’uso degli ingredienti di qualità è una scelta consapevole che si prende, usare prodotti di scarsa qualità lo è anche!

Chi usa prodotti di qualità non si deve limitare alla parola del venditore o le scritte sulla confezione.

Di solito più si scrive sulla confezione più ci sono delle insidie che si vogliano nascondere.

Per legge tutti i produttori hanno l’obbligo di dichiarare cosa mettono nei loro prodotti, ma noi li sappiamo leggere davvero?

Cercheremo di capire insieme i vari ingredienti dannosi da evitare.

Ingredienti che si possono anche chiamare “silent killer” o assassini silenziosi.

Sono quei ingredienti che servono per dare un “gusto” in più e che agiscono a volte come vera e propria droga per quanto riguarda gli effetti sul cervello.

Olio di Colza

L’olio di colza è comunemente usato nei prodotti vegani ed è instabili, diventa rancido e subisce ciò che viene chiamato ossidazione.

Reagisce con l’ossigeno presente nell’aria formando aldeidi e perossidi lipidici.

L’olio di colza è derivato dal seme di colza, che viene prodotto riscaldando e quindi schiacciando il seme per estrarre l’olio. Viene quindi lavato in esano per estrarre l’ultimo olio: l’esano è una neurotossina. Viene quindi raffreddato e sbiancato per rimuovere il colore.

Omega 6 vs Omega 3:

Un cucchiaio di olio di colza contiene 2.610 mg di acidi grassi omega-6 e 1.279 mg di acidi grassi omega-3. Il rapporto dev’essere 1:1 e non dev’essere mai 2:1 .

Inoltre, gli omega 3 nell’olio di colza provengono da ALA (acido alfa linoleico) e sono attivi soltanto dal 1%-3%, quindi per la maggior parte inattivi ed inutili perché ha bisogno di essere fermentato per essere attivato.

La Soia

Proteine ​​di soia:
Fitoestrogeni, strutturalmente simili agli estrogeni e in grado di interagire con i suoi recettori nel corpo – imitano gli estrogeni reali nel tuo corpo.

I prodotti di soia contengono elevate quantità di fitoestrogeni noti come isoflavoni. I diversi tipi di isoflavoni includono genisteina, daidzeina e gliciteina – questi hanno dimostrato di attivare i recettori degli estrogeni mentre contemporaneamente riducono l’attività del recettore degli androgeni.

La soia è anche molto “goitrogenica”, il che significa che interrompe la produzione di ormoni tiroidei: l’attività tiroidea soppressa è la principale causa di basso livello di testosterone negli uomini di oggi.

Poiché sono strutturalmente simili agli estrogeni, possono interagire con i suoi recettori nel corpo – imitano il vero estrogeno nel tuo corpo.

Acido fitico:

L’acido fitico, noto anche come inositolo esafosfato (IP6), ha sei gruppi fosfato attaccati, il che significa che è altamente carico, il che gli conferisce le sue proprietà “leganti”.

In termini semplici, l’acido fitico si lega a minerali, metalli e qualsiasi altra cosa su cui può mettere le mani e le porta fuori dal corpo con esso.

Quindi ci estingue le scorte dei minerali e dei metalli essenziali per svolgere le funzioni quotidiane.

Questo killer è molto insidio e dobbiamo fare particolare attenzione leggendo bene le etichette, poco non fa male ma quantità giornaliere alte sono pericolose.

Estratto di lievito (glutammato monosodico) – GMS

Tecnicamente l’estratto di lievito non è considerato GMS, ma contiene glutammati: contiene glutammati presenti in natura, ma non tanto quanto MSG.

Il glutammato (in MSG) è uno dei neurotrasmettitori più comunemente usati dal cervello, ma ciò non significa che sia sicuro da ingerire – non lo è.

Questo perché il corpo produce glutammato solo in piccole concentrazioni, mentre quando si consuma glutammato come additivo nel cibo, la sua concentrazione è significativamente più alta – troppa eccitazione per il cervello.

Il glutammato si produce per creare emozioni nel corpo eccitazione, felicità ed ansia.

Ma troppo ci crea una sensazione di dipendenza, e questo purtroppo è l’arma segreta dei fastfood, è presente nelle salse e nei formaggi processati.

Vitamine sintetiche (B12)

Ad alcuni prodotti sono aggiunte vitamine, come la B12 sotto la forma di cianocobalamina.

La cianocobalamina è una sostanza chimica sintetica e prodotta artificialmente in un laboratorio. I produttori di fascia bassa utilizzano la cianocobalamina, in quanto è economica, soprattutto se acquistata in grandi quantità.

È stato scoperto che è una molecola estremamente tossica e velenosa (cianuro) che deve essere rimossa dal tuo corpo dal fegato. Il processo di rimozione della cianocobalamina dal fegato consuma “gruppi metilici” nel tuo corpo che sono necessari per combattere cose come l’omocisteina (alti livelli causano malattie cardiache.)

La perdita di gruppi metilici dal tuo corpo consuma antiossidanti, come il glutatione, che peggiora la tua salute generale piuttosto che aiutarla.

La metilcobalamina, a differenza della cianocobalamina, esiste naturalmente e non contiene molecole tossiche. È pre-metilato, il che significa che è pronto per essere utilizzato immediatamente dalla tua biochimica (non è necessario convertirlo, come la cianocobalamina).

Mangiamo consapevoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *